Comune di Cadoneghe

  • Home
  •  > Notizie
  •  > CADONEGHE NON DIMENTICA: INIZIATIVE PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

CADONEGHE NON DIMENTICA: INIZIATIVE PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Il Comune di Cadoneghe partecipa alle celebrazioni della Giornata della Memoria (lunedì 27 gennaio 2020) con tre iniziative culturali dedicate al ricordo della Shoah.

la chiave di sara

Domenica 26 gennaio alle ore 17 l'Auditorium Ramin ospiterà lo spettacolo di Davide Giandrini "Dal Campo di Calcio ad Auschwitz", dedicato alla vita di Arpad Weisz, uno dei più grandi allenatori della sua
epoca.
Nel 1938 è conteso dalle squadre più titolate del campionato italiano. Il suo Bologna quell'anno è primo in classifica, ma Arpad, ebreo ungherese, in seguito alla promulgazione delle leggi razziali, deve lasciare insieme a tutta la famiglia il lavoro e l'Italia. Sparisce improvvisamente da un giorno all'altro, riparando con la moglie e i due figli prima a Parigi, e poi a Dordrecht, una cittadina dei Paesi Bassi dove riprende ad allenare la piccola squadra locale. Poco dopo viene però raggiunto, e la sua famiglia divisa. La moglie e i figli vengono deportati ad Auschwitz dove troveranno la morte nelle camere a gas di Birkenau, mentre Arpad viene assegnato ad un campo di lavoro dell'Alta Slesia. Rimane in vita per altri quindici mesi, fino a trovare la morte, per freddo e per fame, ad Auschwitz.
La sua vicenda sarà ripercorsa attraverso un racconto teatrale intimo e poetico, accompagnato da video proiezioni e musiche originali suonate al pianoforte. Ingresso libero.

Nelle giornate di martedì 28 e mercoledì 29 gennaio, le classi terze della scuola media Don Milani saranno ospiti della Comunità Ebraica di Padova, dove visiteranno la Sinagoga e il museo multimediale di via delle Piazze.

Sabato 1 febbraio alle 21, ancora all'Auditorium Ramin, verrà proiettato il film di Gilles Pasquet-Brenner "La Chiave di Sara", una ricostruzione storicamente fedele del rastrellamento del Velodromo d'inverno, la più grande retata di ebrei condotta sul suolo francese durante la Seconda Guerra Mondiale. Gli arresti di massa furono compiuti a Parigi dalla polizia francese il 16 e il 17 luglio del 1942. Oltre 13mila persone vennero catturate e rinchiuse nel Velodromo, per poi essere deportate verso i campi di sterminio. La proiezione sarà preceduta da una relazione introduttiva del sindaco di Cadoneghe, Marco Schiesaro.