Comune di Cadoneghe

  • Home
  •  > Notizie
  •  > Zanzara tigre, come contrastare l’invasione. Ecco l’ordinanza

Zanzara tigre, come contrastare l’invasione. Ecco l’ordinanza

Non abbandonare oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensioni dove possa raccogliersi l’acqua piovana (barattoli, copertoni, rifiuti, materiale vario sparso).

Svuotare giornalmente qualsiasi contenitore di uso comune (bacinelle, bidoni, secchi, annaffiatoi) con presenza di acqua e, ove possibile, lavarlo o capovolgerlo, coprire ermeticamente i contenitori d'acqua inamovibili (bidoni, cisterne). Sono queste le regole principali contenute nell'ordinanza appena emanata dal Servizio sviluppo territoriale del Comune per contrastare la diffusione della zanzara, in particolare della Aedes albopictus (zanzara tigre), particolarmente perniciosa nel trasmettere e diffondere malattie dannose per l'uomo e gli animali domestici. L'ordinanza avrà efficacia fino al 31 ottobre.

La zanzara tigre punge prevalentemente nelle ore diurne e si rifugia tra la vegetazione (siepi e cespugli), mentre la zanzara comune agisce soprattutto dal tramonto all'alba. Dunque la "minaccia" è attiva 24 ore su 24, e per questo regole particolarmente restrittive sono entrate in vigore per tutelare la salute pubblica e contenere i disagi alla cittadinanza. In particolare, con aumento della temperatura e dell'umidità molta attenzione dovrà essere posta (anche con l'adozione di specifici interventi antilarvali) nelle comuni attività quotidiane da chi detiene o gestisce edifici condominiali, aree dismesse, aziende agricole o zootecniche, cantieri, aree verdi.

Il testo integrale dell'ordinanza è pubblicato sul sito www.cadoneghenet.it . La mancata osservanza dell'ordinanza è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 5000,00 ai sensi dell'art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000.

 
 

Documenti allegati: